Click here to listen to the Daily Zohar [audio:http://dailyzohar.com/wp-content/uploads/audio/dz990.mp3|titles=Daily Zohar 990]
Holy Zohar text. Daily Zohar -990
Hebrew translation:

Tikkun 70 – 95.

(Continua dal DZ 989)

Le radici di tutti i volti,segni e colori del corpo sono in Kèter, Chòckmàh e Binàh.
Le linee sono l’aspetto della colonna di destra, Chessèd e il Leone del Santo Trono. Le forme sono l’aspetto della colonna di sinistra, Ghevùràh e il Bue del Santo Trono. I colori (non sempre visibili) sono l’aspetto di diversi tipi di energia, l’aspetto della colonna centrale, Tìferet e l’Aquila del Santo Trono.
Essi diventano visibili nel livello inferiore che è il luogo della Shechinàh nell’immagine di Adamo. Le forze spirituali rivelate nel livello inferiore nei segni sul viso,sulle mani e sul corpo sono, forme nascoste di Luce che l’individuo porta all’interno o alle quali è collegato.

Esodo-Shemòt 33:23.
וַהֲסִרֹתִי, אֶת כַּפִּי, וְרָאִיתָ, אֶת אֲחֹרָי; וּפָנַי, לֹא יֵרָאוּ” “vàhàsìrotì èt-kapì vèra’ita èt-àchoray ùfanay lò yèrà’u.”e Io toglierò la Mia mano, e vedrai le Mie spalle,., ma la Mia faccia non deve essere vista ‘” Il “dietro” ‘della Luce è l’aspetto di occultamento. La ‘faccia’ della Luce è l’aspetto della Rivelazione.

HaShèm dice a Moshè che lui può vedere la schiena, ma non il suo volto. Come esseri creati, non possiamo vedere il Creatore fino a quando siamo in forma di vaso/recipiente. Un vaso/recipiente è Luce che è diversa dalla sua Luce circostante ed ha un desiderio di un’ identità specifica.

In questa sezione, lo Zohar spiega che le nostre mani sono l’aspetto dell’Albero della Vita.
Pollice – Kèter
Indice – Chokmàh
Dito Medio Binàh
AnulareZeir Anpìn (6 Sefiròt di Chèssed, Ghevuràh, Tìferet, Nètzàch, Hòd e Yessòd)
Mignolo Malchùt

Le azioni delle mani sono l’aspetto dei frutti dell’Albero della Vita . Le azioni positive come come la Tzedakàh, aiutando gli altri, la condivisione e azioni positive simili vengono “registrate” nel palmo delle mani.Leggendo le mani possiamo dire se una persona sta facendo azioni gentili e positive oppure negative oppure se è schiavo alla sua natura, facendo bene male, come capita di essere sul suo cammino.

Isaia 5:2.
וַיְקַו לַעֲשׂוֹת עֲנָבִים, וַיַּעַשׂ בְּאֻשִׁים
“e egli ha guardato che producesse uva, e ha portato avanti uva selvatica”

La Luce positiva portata giù facendo buone azioni rimane sulle mani e porta Benedizioni alla persona. L’energia di azioni negative danneggerà anche se le azioni negative sono il risultato di intenzioni positive.
Non usare le tue mani per nessuna azione negativa e lavati le tue mani ogni volta che tocchi le cose negative, anche se non sono visibilmente sporche.
To draw the blessing of Tzedaka, meditate using L’shem Yichud (DZ 980 http://dailyzohar.com/?p=8068) .

Medita che ciò che tu dai è la Yòd י del Nome perché tutto viene dalla Luce. La mano con 5 dita è l’aspetto della lettera Hey ה, la coscienza dell’atto del dare è l’aspetto della lettera ו Vàv che è come una linea della mano. Il donare reale è l’aspetto della lettera ה Hèy di Malchùt. Con questo aspetto, la Luce scende e addolcisce i giudizi e le sentenze.

Il collegamento e la fede alla luce è anche considerato come Tzedakàh perché collega la Luce ed il vaso/recipiente. Le persone che dedicano la loro vita come Avrahàm nel versetto seguente sono considerate di fare l’azione di Tzedakàh con la loro connessione.

Genesi-Bereshìt 15:6.
וְהֶאֱמִן, בַּיהוָה, וַיַּחְשְׁבֶהָ לּוֹ, צְדָקָה” “vèhe’èmìn bà’Adonay vayachsheveha lò tzedakàh”
“ed egli (Avrahàm) credette nel Signore, ed egli contava a giustizia (Tzèdakàh).”

Rabbi Nissìm Peretz זצל di benedetta memoria ha spiegato che una moneta, פרוטה, פרט ha valore numerico רפח che con il kolèl (aggiungendo 1 per il tutto) è 288 che rappresenta il mondo del Tikkùn.

Ogni singola azione che facciamo con mani pure e per il bene di collegare la Luce ed il vaso/recipiente, Shechinàh, è Tzèdakàh, una moneta o  milioni di monete. Tutti dovrebbero fare Tzèdakàh sul piano spirituale e fisico, per quanto possibile per portare Benedizioni alle loro mani.

{| |}